fasano1.jpg
fasano3.jpg
fasano2.jpg
Collina
Mare

Fasano

Manifestazioni

Segnala un evento


Fasano fu fondata nel 1088 dalla popolazione che aveva abbandonato le rovine di Egnazia, uno dei centri più importanti posti sulla via Traiana.
Nel XIV sec. diventò feudo dei Cavalieri di Malta. Nel 1799 la cittadina contribuì alla rivoluzione partenopea.
Il culto della Madonna del Pozzo, diffuso nel territorio, é legato ad una leggenda: due contadini, scavando un pozzo, trovarono una pietra su cui era dipinta l'immagine della Madonna che, da quel momento, é divenuta la protettrice di Fasano.
Il centro storico é caratterizzato da strette viuzze, tipiche dell'Italia centromeridionale, mai battute dal sole, che garantiscono un fresco e tranquillo soggiorno ai visitatori.

Monumenti
Chiesa di S. Maria della Grazia: si trova alle porte del centro storico; secondo la leggenda popolare la Madonna apparve nel cielo per proteggere la città dalla battaglia contro i Turchi;
Chiesa di S. Giovanni Battista: sorge sopra un antico tempietto demolito nel 1330 per costruirvi la chiesa madre; il campanile, a sinistra della facciata, é alto 28 metri, si articola in tre piani e si presenta in stile barocco; esternamente la chiesa é in tufo locale, in stile tardo rinascimentale e ornata da un bel rosone, capolavoro di scultura artigianale; al suo interno si ammirano preziosi affreschi e tele ottocentesche;
Chiesa delle Anime Purganti: costruita nel 1696 in stile tardo barocco e restaurata nel 1776, presenta numerose decorazioni barocche, l'altare maggiore in marmo policromo di scuola napoletana, dipinti su tela e affreschi, un coro ligneo e un organo posto su una balconata lignea, tutti del XVIII sec.; nella sacrestia é conservato un busto ligneo di S. Francesco da Paola e il “tesoro della confraternita”, un corredo liturgico in argento;
Chiesa di S. Antonio Abate: risale al Seicento; successivamente venne edificato il chiostro, decorato da affreschi con i Fioretti di S. Francesco, e una nuova ala adibita a scuola. Ultimata nel 1753, in seguito ai numerosi rimaneggiamenti, la chiesa non ha più l'aspetto originale;
Chiesa di S. Nicola: fu edificata nel 1596 fuori dalla cinta muraria; al suo interno sono visibili un altorilievo in pietra rappresentante S. Nicola, un organo ottocentesco e statue in cartapesta di produzione leccese;
Chiesa di S. Francesco da Paola: fu costruita nel XVII sec. in stile tardo rinascimentale, all'esterno delle mura cittadine insieme all'ospizio dei Minimi; nel 1716 era un monastero, soppresso nel 1806 e adibito ad ospedale. Il chiostro conserva la vera marmorea del pozzo centrale, di epoca barocca;
Chiesa di Maria SS. del Rosario: la struttura faceva parte del seicentesco convento di S. Teresa, di proprietà delle monache di clausura teresiane; nel 1908 le monache lasciarono il monastero che fu ceduto alla Confraternita del SS. Rosario. Nel 1919 il chiostro ha subìto vari restauri e modifiche divenendo una piazza, dotata di una fontana al centro;
Chiesa di S. Maria Assunta: fu edificata nel 1727 su sottoscrizione di Ferdinando IV di Borbone; si presenta in stile barocco, con campanile con coronamento “a cipolla”;
Minareto: fu realizzato presso la Selva di Fasano nel 1918, con manodopera giunta dall'Africa (in particolare dalla Tunisia), come pure gran parte dei materiali usati. E' tutto simile a quello presente nei paesi musulmani, con il caratteristico balconcino dal quale, cinque volte al giorno, il muézin chiama alla preghiera i fedeli di Allah;

Escursioni
Zoo-Safari (a 1 km): é un vasto parco di 120 ettari dove é possibile osservare da vicino, con la propria vettura in percorsi stabiliti, esemplari di oltre 50 specie di animali lasciati in libertà; si trovano anche: una voliera, un rettilario e alcuni acquari;
Cisternino (a 17 km): é un suggestivo paese di aspetto orientale, affacciato sulla Valle d'Itria, con case bianche e caratteristiche scale esterne;
Torre Canne: é una località di mare con spiagge di finissima e bianca sabbia, rientrante nel Parco Dune costiere da Torre Canne a Torre S. Leonardo, istituito nel 2006; é conosciuta anche per le salutari terme con trattamenti di fangobalneoterapia e balneoterapia; simbolo della frazione é il faro che illumina la costa, le scogliere e il Mare Adriatico.
Conosci questa località ?
Oppure chiedi a chi la conosce

Aggiornamenti degli utenti

Se conosci notizie ulteriori, hai consigli per chi intende visitare questa località, oppure precisazioni particolari, scrivile qui in modo da aiutarci a tenere sempre aggiornata la scheda della località.

Foto inserite dagli utenti
Click per ingrandire

Aggiungi
Foto

Carica un'Immagine

×

Diari di viaggio
Click per leggere

Aggiungi
Diario