narni3.jpg
narni2.jpg
narni4.jpg
narni1.jpg
narni5.jpg
Montagna

Narni

Manifestazioni

Segnala un evento


Antica città Umbra (Nequinum), come attestano le parti più vetuste delle mura urbane.
In epoca romana prese il nome di Narnia dal fiume Nahar (nera).
Fu prima colonia e un importante stazione sulla via Flaminia poi municipio romano.
Nel medioevo fu contesa tra la Chiesa e i Longobardi che ne fecero un guastaldato.
Raggiunse una rilevante prosperità come libero comune tra il XIII e XIV sec.
Nel 1527, dopo il sacco di Roma, subì terribili distruzioni ad opera dei Lanzichenecchi.
La sua ripresa fu lenta e non raggiunse più l'antica floridezza fino al XIX sec quando sorsero i primi impianti industriali.
La città fu la patria dell'Imperatore Nerva e del noto condottiero Erasmo detto il Gattamelata.
Dal 1860 fa parte del Regno d'Italia.

Monumenti
- Duomo: dedicato a S. Giovenale, primo vescovo di Narni, sorto in forme romaniche nel XII sec; il possente campanile è decorato da maioliche policrome; precede la facciata un portico quattrocentesco.
- Oratorio dei SS. Giovenale e Cassio: è ricostruita con elementi architettonici, scultorei e musivi paleocristiani e romanici; al suo interno, si nota un mosaico del IX sec e resti di affreschi del XII sec.
- Loggia dei Priori: trecentesco palazzo attribuito a Matteo di Giovannello detto il Gattapone; dal palazzo sporge un pulpito da dove venivano emanati gli editti, a fianco si eleva la torre civica mentre, nella piazza, fa bella mostra una fontana poligonale.
- Palazzo comunale: edificio duecentesco (già del Podestà); è formato da tre torri affiancate.
- Chiesa di S. Agostino: risale al XV sec. Al suo interno, affreschi di artisti umbri con un severo altare trecentesco.
- Chiesa di S. Maria in Pensole: risale al XII sec, in stile romanico; al suo interno, pareti ornati di affreschi del 1300 e, nei sotterranei, una cisterna romana.
- Chiesa di S. Domenico (XII sec): in stile romanico, attualmente adibita ad Auditorium e Museo; ha un ricco portale con decorazioni e un massiccio campanile.
- Chiesa di S. Francesco (XIV sec): eretta in stile gotico su un Oratorio fondato dal Santo, conserva il bel portale originario e pregevoli affreschi del 1300 – 1400.
- Rocca: si raggiunge attraversando il centro storico per tortuose strade e stretti vicoli fiancheggiati da vecchie case e massicce torri; costruita (forse dal Gattapone) nel 1370 per ordine del Cardinale Albornoz da Ugolino di Montemarte, fu poi modificata nel 1400; nei suoi pressi, sorge l'antichissima Fonte Feronia, dedicata alla dea Italica delle sorgenti e dei boschi (risalente ad epoca preromana).
- Ponte di Augusto: di età Augustea, è sito ai piedi di Narni, sul fiume Nera; dell'imponente costruzione resta una sola arcata che sovrasta il Nera per una lunghezza di 160 mt.

Escursioni
Speco di S. Francesco (13 km): Sito nel bosco, conserva il fascino Francescano delle origini. sorse nel 1213 per volontà di S. Francesco, durante il suo soggiorno a Narni. Il convento fu poi rifatto da S. Bernardino nel 1400. Interessanti sono l'Oratorio di S. Silvestro, il pozzo e lo speco di S. Francesco.
Conosci questa località ?
Oppure chiedi a chi la conosce

Aggiornamenti degli utenti

Se conosci notizie ulteriori, hai consigli per chi intende visitare questa località, oppure precisazioni particolari, scrivile qui in modo da aiutarci a tenere sempre aggiornata la scheda della località.

Foto inserite dagli utenti
Click per ingrandire

Aggiungi
Foto

Carica un'Immagine

×

Diari di viaggio
Click per leggere

Aggiungi
Diario