la-maddalena6.jpg
la-maddalena2.jpg
la-maddalena4.jpg
la-maddalena8.jpg
la-maddalena7.jpg
la-maddalena1.jpg
la-maddalena3.jpg
la-maddalena5.jpg
Mare

La Maddalena

Manifestazioni

Segnala un evento


Fu frequentata fin dal neolitico. A seguito della caduta dell'Impero Romano d'Occidente, l'Arcipelago della Maddalena, fu abbandonato fino al XVII sec. Dai Romani fu chiamata: 'insulae Cunicolariae' e nel medioevo: 'isole di Carugi'.
Fu base Pisana nel 1200 e divenne stabile nel 1500 e la metà del XVIII sec. I Savoia la fortificarono.
Il 23 fbbraio 1793 l'isola dovette fronteggiare il tentativo d'invasione dell'esercito francese al cui comando c'era un giovanissimo ufficiale di nome 'Napoleone Bonaparte'; i francesi vennero fermati dalla flotta sarda comandata dal maddalenino 'Domenico Millelire' il quale divenne la prima medaglia d'oro al valor militare della marina militare.
E' una rinomata località turistica. L'Arcipelago è noto anche per essere stata l'ultima dimora di Giuseppe Garibaldi, che costruì a Caprera la sua famosa: 'casa bianca' oggi museo, aperto al pubblico e dove si può visitare anche la tomba.
Chiesa di S. Maria Maddalena: risale al 1814 con prospetto in stile neoclassico con zona centrale leggermente avanzata, con coronamento piatto rimarcato da una cornice aggettante, scandito da lesene entro le quali si trovano nicchie vuote. Il portale è sormontato da un timpano curvo entro cui vi è collocata l'iscrizione in latino che ricordsa l'anno di costruzione del tempio 1814 e il nome del benefattore: il barone Des Geneys.
L'interno si presenta a navata unica con nove cappelle per lato, volte a botte e presbiterio quadrangolare con abside semi-circolare. Custodisce importanti arredi e opere d'arte come l'altare maggiore in marmi policromi giunto da Genova nel 1831; sopra l'altare campeggia un grande Crocifisso ligneo di scuola ligure risalente al 1831 che assieme all'altare fu dono del barone Des Geneys.
Nell'abside sopra il coro vi è la nicchia che custodisce una statua lignes della Santa titolare datata XVIII sec. Di origine ignota. Nelle sale adiacenti ha sedeil Museo diocesano di arte sacra dove si ammira il tesoro di S. Maria Maddalena arricchito da un Crocifisso e due candelieri d'argento dono dell'ammiraglio 'Orazio Nelson' (primo visconte Nelson e primo duca di Bronte – ammiraglio britannico-) nel 1804.
Chiesa della Madonna della pace: risale al sec. XX ubicata nel borgo di Stagnali ed è unica Chiesa presente nell'isola di Caprera; adattata in un vecchio capannone militare completamente ristrutturato, essa custodisce un affresco di Giovanni Battista Piras (pittore isolano) il quale raffigura la Madonna della Pace.
L'intero arcipelago è compreso all'interno del Parco Nazionale dell'Arcipelago di 'La Maddalena' un'area marina e terrestre protetta. Meravigliosa è la Spiaggia rosa e deve il suo nome al caratteristico colore rosa corallino della sabbia della battigia, dovuto alla presenza di gusci calcarei di 'Miniacina miniacea' (un foraminifero) il cui nome in latino significa (portatori di fori). L'isola di Budelli è famosa per essere stata il set del film 'il deserto rosso'.
Conosci questa località ?
Oppure chiedi a chi la conosce

Aggiornamenti degli utenti

Se conosci notizie ulteriori, hai consigli per chi intende visitare questa località, oppure precisazioni particolari, scrivile qui in modo da aiutarci a tenere sempre aggiornata la scheda della località.

Foto inserite dagli utenti
Click per ingrandire

Aggiungi
Foto

Carica un'Immagine

×

Diari di viaggio
Click per leggere

Aggiungi
Diario